Menu Principale

Notizie

E’ stato condotto uno studio in quattro università italiane (Roma: Sapienza e Cattolica, Udine e Verona) coordinato dalla Sapienza (MC Grassi, Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia) finalizzato a valutare l’adeguatezza dell’insegnamento impartito agli studenti delle facoltà mediche relativo alle conoscenze di base sulla dipendenza da nicotina, la relativa terapia e l’assistenza dei pazienti fumatori.

"Maria Caterina Grassi, Massimo Baraldo, Christian Chiamulera, Franco Culasso, Tobias Raupach, Amy K. Ferketich, Carlo Patrono, Paolo Nencini, “Knowledge about Health Effects of Cigarette Smoking and Quitting among Italian University Students: The Importance of Teaching Nicotine Dependence and Treatment in the Medical Curriculum,” BioMed Research International, vol. 2014, Article ID 321657, 9 pages, 2014. doi:10.1155/2014/321657

L’interesse per questo argomento deriva dalla consapevolezza che: i) il tabagismo rappresenta un grave problema di sanità pubblica, essendo la più importante causa prevenibile di morte prematura, ii) molte patologie correlate con il fumo del tabacco migliorano in seguito alla cessazione, iii) sono state messe a punto linee guida al fine di promuovere la cessazione dal fumo mediante l’uso della terapia farmacologica e della terapia di counseling cognitivo-comportamentale nella somministrazione delle quali il medico svolge un ruolo centrale. Attraverso la somministrazione di un questionario sono state verificate le conoscenze degli studenti del quarto anno di medicina prima di essere sottoposti ad una lezione di farmacologia sulla dipendenza da nicotina e a distanza di uno e due anni dall’intervento educativo. Le conoscenze degli studenti di medicina, prima di essere stati esposti alla lezione, sono state inoltre confrontate con quelle di studenti coetanei di facoltà non mediche (Architettura e Giurisprudenza). In sintesi, lo studio ha evidenziato che gli studenti di medicina rispetto agli studenti di facoltà non mediche (Architettura e Giurisprudenza) fumano di meno (16,9 % vs. 26.3%), ma hanno una conoscenza soltanto marginalmente superiore sulle malattie correlate al fumo e sulle terapie farmacologiche e comportamentali per raggiungere la cessazione. Lo studio sottolinea la assoluta necessità che gli studenti di medicina divengano consapevoli del ruolo centrale che i medici devono svolgere nel promuovere la cessazione dal fumo. Viene inoltre sottolineato come sia compito fondamentale dei corsi di laurea in medicina quello di fornire agli studenti un insegnamento sulla dipendenza da nicotina e le sue conseguenze che preveda la partecipazione integrata di docenti di discipline diverse.
Allo studio hanno partecipato le facoltà mediche della Sapienza Università di Roma (Maria Caterina Grassi, Paolo Nencini, Franco Culasso ), dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Carlo Patrono), dell’Università di Verona (Christian Chiamulera), dell’Università di Udine (Massimo Baraldo) e si è avvalso della specifiche competenze sul tabagismo di Tobias Raupach (University Hospital Göttingen, Germania, London University College, UK) e di Amy K. Ferketich (Columbus University, Columbus, USA)."

Il Premio Grande Ippocrate, prestigiosa iniziativa ormai giunta alla sesta edizione, rappresenta un riconoscimento nazionale che valorizza quei protagonisti della ricerca scientifica italiana che, oltre a eccellere nell'attività di studio, hanno dimostrato di saperne divulgare i risultati, consentendo al grande pubblico di conoscere e comprendere temi complessi, di grande importanza per la vita e la tutela della salute.L’iniziativa nata nel 2008 dalla collaborazione tra UNAMSI - Unione Nazionale Medico Scientifica d'Informazione, cui aderiscono circa 80 giornalisti professionisti e pubblicisti specializzati in campo medico - e Novartis, che crede nell’importanza di promuovere una corretta e trasparente comunicazione scientifica e ritiene indispensabile valorizzare le capacità dei ricercatori del nostro Paese.Il Premio Grande Ippocrate è aperto alla partecipazione di Ricercatori italiani che non abbiano superato i cinquant’anni d’età e che abbiano dimostrato di saper comunicare al grande pubblico i contenuti delle loro ricerche in ambito biomedico. Il premio consiste in un riconoscimento in denaro del valore di 10.000 euro, che viene consegnato al vincitore nel corso di una cerimonia di premiazione alla quale partecipano accademici, rappresentanti del mondo dell’industria e giornalisti. Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti www.unamsi.it www.novartis.it

Fondata nel 1984, il BIAL Award ha premiato importanti professionisti del settore sanitario provenienti da diversi paesi, favorendo la ricerca clinica e di base nel campo della salute. E' ora disponibile il bando per l'edizione 2014.

In data 18 febbraio 2014, è stato sottoscritto un accordo tra l'Università La Sapienza e Zétema grazie al quale studenti e dipendenti dell'Ateneo potranno accedere a prezzo ridotto ai musei del circuito "Sistema Musei in Comune" gestito dalla predetta Società. Lo sconto sarà effettuato presentando il tesserino universitario o il badge. A studenti e dipendenti della Sapienza sarà, inoltre, applicato uno sconto del 10% sugli acquisti effettuati nei bookshop del "Sistema Musei in Comune".

Il Dipartimento di Medicina Molecolare nell’ambito della II Edizione del “Premio Hausmann & Co./Patek Philippe” destinato a finanziare la ricerca oncologica, bandisce un concorso per il conferimento di n. 3 premi dell'importo totale di 5.000 euro, oltre a 3 orologi Hausmann & Co. personalizzati per l’occasione, destinati a giovani Dottori di ricerca di età inferiore ai 32 anni. Possono concorrere all'assegnazione dei premi, giovani ricercatori che abbiano conseguito il titolo di Dottore di ricerca nel 2012 alla “Sapienza” Università di Roma, e i cui risultati sui seguenti temi: - meccanismi molecolari dell’oncogenesi - infiammazione e cancro - immunoterapia dei tumori siano stati oggetto di pubblicazione su riviste scientifiche internazionali peer-reviewed nel 2013. Il termine per la presentazione dei documenti, come da bando allegato, è fissato per le ore 12.00 del 15 Maggio 2014 Il premio sarà conferito l’11 giugno 2014 in occasione di una Serata di Gala presso Villa Medici - Accademia di Francia e prevede la consegna di un assegno e un dono a ciascuno dei 3 giovani vincitori.

l Preside Prof. Gaudio, nomina rappresentante degli Studenti nell’Assemblea della Facoltà di Farmacia e Medicina per il biennio 2013/2015, lo studente Alesini Marco.

documenti allegati:

Nell’ambito del progetto GIMBE4Young, la Fondazione GIMBE indice una selezione nazionale per l’attribuzione di n. 30 borse di studio, ciascuna del valore nominale di € 800,00, destinate a laureati in Medicina e Chirurgia e Professioni Sanitarie e a specializzandi.Le borse di studio, interamente sostenute dalla Fondazione GIMBE, saranno destinate alla partecipazione al corso di formazione “Evidence-based Practice” (Bologna, 19-20 dicembre 2014 e 15-16 gennaio 2015), permettendo agli assegnatari di acquisire l’EBP core curriculum, set di conoscenze, attitudini e skills necessarie a tutti i professionisti sanitari, certificato dall’EU-EBM Unity Project. La scadenza del bando è fissata al 29 agosto 2014. 

Si pubblicano le graduatorie di merito Erasmus+ della Facoltà di Farmacia e Medicina (area medica) e Medicina e Odontoiatria per l’a.a. 2014-2015 (bando), dopo l’esame dei ricorsi presentati entro i termini (si allega verbale della riunione della commissione). Non verrà effettuato alcun inoltro delle graduatorie via e-mail ai partecipanti; pertanto si prega di prestare la massima attenzione ai documenti affissi all’albo della Presidenza di Facoltà e pubblicati sui siti web indicati nel bando Erasmus.La riunione di assegnazione delle borse Erasmus è stata fissata per il giorno 28 Aprile 2014 dalle ore 14,00 presso l’Aula grande del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Patologia. Si prega la massima puntualità. A tale riunione sono tenuti a partecipare tutti gli studenti presenti in graduatoria. Si precisa che gli studenti che non saranno presenti a tale incontro, perderanno il diritto alla borsa. E’ obbligatorio quindi, in caso d’impossibilità a partecipare alla riunione di assegnazione, farsi rappresentare da persona formalmente delegata (con delega e copia di un documento d’identità del delegante e del delegato).Sui siti web di Facoltà troverete gli allegati (documenti in file .zip) di seguito elencati, che siete cortesemente invitati a stampare e portare in riunione d’assegnazione: - ACCETTAZIONE modulo borsa Erasmus+ - RINUNCIA modulo borsa Erasmus+

documenti allegati:

Il giorno 16 aprile 2014 alle ore 12:00 presso lo studio del Prof. Eugenio Gaudio, Preside della Facoltà di Farmacia e Medicina si è riunita la Commissione avente ad oggetto la valutazione delle istanze per quanto in argomento (Disp. Approvazione atti).

La commissione prende atto che le borse conferibili, secondo quanto deliberato dal Senato Accademico, seduta del 25.02.2014, in merito all’assegnazione alla Facoltà di Farmacia e Medicina dei finanziamenti relativi alle borse di studio per tesi all’estero per l’a.a.2013/14, corrispondono a numero 9

Prende atto che le istanze prodotte sono in numero di 8 in totale
Valuta come pertinenti e regolari tutte le istanze: dichiara, pertanto, vincitori gli studenti di cui all’elenco che segue:

corsi Medicina e Chirurgia “A” ed “E” n. 4 borse conferibili, istanze prodotte n.1

RUGGERI A. E., vincitore diretto

corso Farmacia n.1 borsa conferibile, istanze prodotte n. 1

DE CHIARA M. - vincitore diretto

corso Chimica e tecnologia farmaceutiche n. 1 borsa conferibile, istanze prodotte n. 4

STAZI G. - vincitore diretto

PRISCHICH D. - vincitore

ROSI A. - vincitore

PASCAROSA V. - vincitore

corsi Biotecnologie mediche e farmaceutiche n. 1 borsa conferibile, istanze prodotte n. 2

GATTA V. - vincitore diretto

LILLI E. - vincitore

corsi Professioni Sanitarie di cui all’art. 1 del bando n.1 borsa conferibile, istanze prodotte 0

documenti allegati:

La Fondazione SIIA bandisce per l’anno 2014 un concorso per 5 Premi di Laurea, di Euro 2.000 cadauno, riservati a neolaureati in Medicina e Chirurgia negli Atenei italiani, che abbiano svolto una Tesi di Laurea a carattere sperimentale, nell’anno accademico 2012/2013, su argomenti concernenti l’Ipertensione Arteriosa.Termine ultimo per invio documentazione per l’ammissione al Concorso: 30 giugno 2014. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della fondazione.

La Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa – Lega Italiana contro l’Ipertensione Arteriosa istituisce annualmente alcune borse di studio destinate a Ricercatori che desiderino svolgere attività di ricerca nel campo dell’ipertensione arteriosa. Le domande vanno inviate entro il 30 giugno 2014.  Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web della fondazione.

Páginas